L’ora blu

In fotografia, l’ora blu è un istante molto importante per il paesaggista; è il momento di passaggio tra il giorno e la notte, quando il cielo si tinge di un alone azzurro, intenso e profondo. Non è né giorno, né notte. Paradossalmente nemmeno il tramonto. E’ uno stato d’animo del cielo, che pensa e riflette se stesso.

Ho fatto quindi miei due lussi: il primo, d’intitolare così un componimento, scritto soltanto in un giorno, senza alcuna appartenenza al progetto del “Ritorno dell’Angelo” che ormai considero compositivamente concluso; il secondo, di perdermi nella malinconia un po’ fumosa e pericolosamente arida di alcuni giorni di lontananza e silenzio.

L’ora blu

Voltato, schiena del monte al tramonto,
verso un abito, o un mare,
che sa di fiori, appena accentati,
e della tua mancanza, o del tuo essere nata.

Vezzo d’un controtempo, ipnotica cadenza,
canti la tua violenza e sorridi,
piangi, incanti e ti rialzi,
linea d’astri, orizzonte, invalicabile passione.

Pietra d’angolo, regola e scienza,
scogliera e faro, battaglia e tempesta,
uscita, d’una volta, sulla strada; un passo.

E’ l’ora blu e guardi ancora, nei tuoi occhi l’azzurro
che non c’è, svegli l’ombra addormentata e rischi,
t’apparti, ti scopri, ti svesti; un sogno.

Quattro Ottobre all’Assunta

Quattro Ottobre 2013 – Chiesa di S. Maria Assunta.

Un “San Francesco” diverso da tanti altri eppure con quel bisogno di rinnovamento e di cammino che rinasce identico ogni anno. Un allontanamento che scoraggia e rende tristi, la novità che spaventa; eppure proprio in questo timore di perdere l’equilibrio sta il senso stesso del viaggio. Per giungere più lontano, conoscendo l’avventura e l’amore.

Cliccando su una foto (di ciascun gruppo), come sempre, si avvia la modalità slide-show che permette di visualizzarle ingrandite e dalla quale, tramite l’apposito link in basso a destra, è possibile accedere alla versione con la massima risoluzione.

Preparativi ed inizio della Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Michele Seccia

Il discorso di Padre Maurizio (e la commozione) e le Letture

La Celebrazione continua: il Credo del nuovo Parroco e la benedizione

L’Offertorio e l’ultima parte della Messa

I saluti ai fedeli di Padre Maurizio e foto di gruppo

E poi, per fortuna che c’è il cielo

Una mattinata che ti sveglia con poco sonno alle spalle, aria gelata e auto dal meccanico. Cammini nel freddo, occhi bassi: una pozzanghera e un riflesso. E poi, per fortuna, c’è il cielo.

CieloFoto on the road – iPhone & PhotoShop 😉

Sony Nex 5 + accessori in vendita

Dopo un leggero uso e con l’arrivo della Canon EOS M, è arrivato il momento di separarmi dalla mia prima mirror-less. L’ho utilizzata abbastanza poco per quello che speravo perché il tempo è stato tiranno e le occasioni non moltissime; con l’arrivo della mirrorless di casa Canon devo dire di aver perso un po’ di qualità, maneggevolezza (non sono un fan del touch screen) e soprattutto lo spettacolare Focus Peaking della Sony, ma ho la possibilità di usare in AF i miei obiettivi. Da qui la scelta, difficile, di rinunciare alla Sony. Ma veniamo a noi.

Vendo Sony Nex 5 A (silver) nella sua dotazione originale (scatola, con manuali e cavi, caricabatteria, laccetto e tracolla), completa di obiettivo Sony E 16mm 2.8 e flash originale. Aggiungo inoltre un grip in ecopelle, un filtro UV per il 16mm, un paraluce retrattile in gomma (sempre per il 16mm), una batteria aggiuntiva (quindi le batterie in totale saranno 2),  i seguenti adattatori: M39 -> Nex, Leica M -> Nex, Canon EOS -> Nex, PK -> Nex, M42 -> Nex (praticamente ci potrete attaccare qualsiasi ottica o quasi senza spendere in ulteriori anelli). Aggiungo infine, per utilizzarla al meglio fin da subito, una vecchia gloria vintage: lo Zenit Helios-44M 58mm / f.2 (manuale, attacco M42) in ottime condizioni ottiche e meccaniche.

Tutto quello che vendo è come nuovo, ma il corpo macchina presenta una piccola scorticatura della vernice nella parte superiore (cfr. foto 3), verificatasi (purtroppo) nel mio zaino per lo sfregamento con lo Zenit che evidentemente non era stato ben separato. Sul monitor ho sempre tenuto un vetro per evitare i graffi, ma l’ho rimosso per la vendita perché ormai sporco (naturalmente consiglio comunque l’acquisto dello stesso (e non le lamine sottilissime), reperibile a pochi euro su ebay, davvero molto valido e robusto). L’ottica (16mm) è sempre stata utilizzata con il filtro UV montato e mi ha dato diverse soddisfazioni (sul sensore Sony ha un angolo di apertura pari a quello di un 24mm su Full Frame). Il flash invece l’ho usato una sola volta per provarlo, ma lo reputo un accessorio di cui, scattando con ottiche molto luminose, si può fare a meno. Il 58mm invece è un grande classico del mondo vintage, con uno sfumato particolare (per merito soprattutto dell’effetto di swirl) che lo rende abbastanza apprezzato; grazie all’opzione di focus peaking della macchina è inoltre assai facilmente utilizzabile anche a tutta apertura.

Un’ottima recensione (in inglese) sulla macchina in vendita la trovate a questo link. Una (mini) recensione dello Zenit invece la trovate in questa pagina. Un mio articolo (con una foto scattata proprio con la macchina che sto vendendo) sulla Nex appena comprata è a questo link.

Il prezzo di tutto il pacchetto è di 350€, spedizione compresa con Pacco Celere 3. Per uno scambio a mano posso limare naturalmente qualcosa. Accetto pagamento su PostePay, su PayPal (con una commissione del 4%), su Conto Corrente bancario e, naturalmente, in contanti. Mi sembra corretto precisare che, in caso di richieste multiple, la precedenza sarà data ad un eventuale scambio a mano.

Per qualsiasi informazione, richiesta o altro (lascerò il numero di telefono solo tramite posta), la mia mail è: giuspiti @ hotmail.com. Il mio account su facebook (sono spesso connesso) è GiuSeppe SpiTilli: se volete, aggiungetemi pure alle vostre amicizie =) Sempre su richiesta via mail posso fornirvi il mio Skype, il mio Whatsapp o il mio Viber. Su ebay il mio feedback è di 270 al 100% (user: giuspiti).

Passiamo alle foto (che naturalmente potete aprire a tutto schermo cliccandoci sopra):

Grazie e a presto =)

La “Los Angeles” di no’altri

L’aria limpida grazie a due giorni di forte vento, l’occasione giusta, i colori perfetti. Un appoggio di fortuna, diaframma chiuso quanto basta, tanti secondi di esposizione. Ma che spettacolo!

Panorama_Silvi_notturnoSilvi Marina (Te) – Città Sant’Angelo – Montesilvano – Pescara – Francavilla – Ortona (Ch)

Questa foto è protetta dai diritti d’autore e non può essere utilizzata per nessun fine se non previa richiesta ed autorizzazione dell’autore. Grazie!

Questa foto è stata pubblicata in Paesaggi d’Abruzzo: Clicca qui per visualizzarla nel gruppo!

Presepe 2013

Sì, il tempo è decisamente tiranno. La pigrizia non aiuta, ma, per fortuna, anche quest’anno ce l’abbiamo fatta! Un altro presepe, un’altra follia, un’altra gioia, un altro Natale. Che, da quando abbiamo iniziato a rinnovare annualmente questa tradizione, – diciamolo pure! – ha tutto un altro sapore, un profumo diverso, un sentore nuovo. Di muschio, ma non solo!

Quest’anno, dopo averlo proposto (nella versione dell’anno passato) al freddo e al gelo della manifestazione Presepi sugli Archi nel centro storico di Silvi (che ci ha regalato molte visite ed apprezzamenti e quindi rimpinzato di entusiasmo e voglia di fare) assieme ad altri piccoli presepi, novità di questo Natale, la nostra natività è rinata in pochissimo tempo, con (ammettiamolo!) un progetto urbano rivedibile e quantomai affollato, con pochi effetti speciali (le mie cascate dove sono?!) e alla guida (o sotto l’effetto verrebbe da dire) del classico “non è ancora finito????“. Sottinteso che la nostra sala è diventata abitabile giusto in tempo per i giorni di festa! E non erano tutti felici =)
Ma tant’è. Natale è giunto lo stesso, il Verbo s’è fatto carne per noi e le emozioni sono state molte. Spero vi piaccia, come a noi piace farlo, a mano, come vuole la tradizione =)

(Naturalmente, cliccando su una delle foto riprodotte qui in basso, si possono visualizzare in uno slide-show, da cui ricavare, tramite l’apposito link in basso a destra, l’immagine alla più alta risoluzione)

Tutte le foto possono essere utilizzate solo previa richiesta. Grazie!

Istantanee #2 (Sensazioni)

Tempo fa avevo scritto, nell’ottica inquadrata di una futura pubblicazione (di cui prima o poi riporterò il contenuto su queste pagine, ma che, al momento, è ancora nel bel mezzo della fase creativa), quattro componimenti intitolati “Istantanee”; uno di questi mi è tornato in mente ieri, quando il tramonto (l’ennesimo e forse banale) e le sue luci si sono ben disposte per me. Niente reflex al collo, nessuna mirrorless a portata; ci accontentiamo del telefono.

Silvi - Tramonto sul Mare

Istantanee #2 (Sensazioni)

Come il profumo d’un’arancia
al riverbero d’un fuoco d’inverno,
aria del sempre d’altri tempi,
mani che sanno di ricordi, un soffio.

Immagini d’un calore al freddo
d’un’idea, riparo d’uomo ferito,
gravità latina d’un memento,
alla polvere d’un marmo, ma rosa.

Un chiaroscuro, un globo ed una porta,
aperta, un divano, seduto
e un incontro. Lacrime, un addio.

O il riporto d’un buongiorno,
al suono chiaro di campane
e un abito. Dei capelli e una luce.

Silvi - Villaggio del Fanciullo

Testo ed immagini sono riservati. Non è possibile utilizzarli per nessuno scopo se non previa autorizzazione. Grazie!

Gocce d’acqua (e un agnello)

Scrivendo (più del solito) per un po’ con l’idea di portare a compimento non tanto un lavoro, quanto più un viaggio e trovarmi di fronte all’incomprensione da parte di persone vicine, genera sempre un connubio di sensazioni complementari e lontane fra loro: rivalsa e desiderio di strappare ogni pagina, di odiare ogni parole ed ogni immagine e di riscriverle con un inchiostro ancora più scuro.

Un testimone forse turbato dal fluire degli eventi.

Non so se sia possibile incontrare una descrizione che mi riguardi più aderente dell’ultima. Sembra che la condizione di non sufficienza racchiusa nel biblico inciso “non di solo pane vive l’uomo” versi esclusivamente a favore della sua necessarietà. Il pane e l’amore: se senza il primo si muore, vi sfido a restare in vita senza il secondo. Sic.

Gocce d’acqua (e un agnello)

Fluire d’acqua stessa e spessa
come cadavere di membra
dall’occhio stanco, persona d’altri,
scelta e volontà d’una chiesa, d’un fato.

Testimone d’accento avverso e forma,
Spirito cangiante, artiglio di chimera,
confisso nella carne,
d’uomo vivente, tardo, in avanti.

Turbato dall’inconoscere, saggezza aleata,
eccomi, agnello fra azzimi amari,
un volto fra le mani, la domanda, lei.

Forse d’un cielo ogni vento risposta,
nell’attimo necessario al tuo sguardo,
grido e preghiera, silenzio, perdòno.

Alla foce del Saline: la garzetta ed altri incontri

Testo ancora da inserire (abbiate pazienza!)

Animali fotografati:
GarzettaEgretta garzetta (fam. Ardeidae)

Basettino (M+F) – Panurus biarmicus (fam. Panuridae)

Gallinella d’acqua – Gallinula chloropus (fam. Rallidae)

Germano reale – Anas platyrhynchos (fam. Anatidae)

Pivieressa – Pluvialis squatarola (fam. Charadriidae) – piumaggio invernale

 

©2013 – Giuseppe Spitilli. All rights reserved.

Padre Maurizio

Padre Maurizio – L’ultima Messa solenne presso la Chiesa S. Maria Assunta di Silvi 

(29 settembre 2013)

Ci sono occasioni in cui le parole lasciano il tempo che trovano, circostanze che difficilmente possono essere descritte in maniera completa o obiettiva. Soprattutto quando i sentimenti si frappongono e si sovrappongono a gesti, consuetudini, riti, volti e persone. Ci sono persone che lasciano il segno, altre che scavano profondi solchi e che lasciano distinguere tra un prima e un dopo. Padre Maurizio è una di queste ultime. Pax!

(Foto scattate con Canon 5d, Canon EF 24mm/1.4 L, Canon EF 50mm/1.4, Canon EF 200mm/2.8 II L)

GiuSeppe

©2013 – Giuseppe Spitilli. All rights reserved.

todayesterday

ispirazioni fotografiche

Wild eyes

Taking nature's side

About giving and receiving

where love is to be distributed globally through writing