I Grandi

I Grandi (P.)

Il Grande Uomo che arriva, luce
d’oro, riflesso oscuro, rigetto violento
dell’uno al primo e ritorno al punto
nell’intelletto, direzione d’infinito.

Una mano che offre, due gambe
nude, i tessuti e le trame di un letto
che trascura e disunisce, sguardo
negato, barocco d’amore inoffensivo.

Sta la Gran Donna, impaurita e lacrimosa,
padrona di gesti, di parole sovrana,
nell’emisfero del dovere. Un richiamo, vanità.

Disceso, carne d’un pendio sminuito,
un titolo di citazioni sbagliate, solstizio
di solitudine, sentiero di parole. Una vigilia, croci.

G.S.

 

Rileggendo questi versi e copiandoli sulla vetrina di questo blog, mi rendo conto di quanto, autoreferenziando il testo, pur nella visione (che desidero) globale delle immagini e degli astratti, si possa giungere ad una difficoltà di comprensione. Questa decostruzione e decontaminazione del contenuto dal tessuto privato però concretizza quello che di fondo regge il mio pensiero: tutto è in un istante che è presente, fin dalla notte dei tempi dell’uomo. Predeterministicamente, ma inconsciamente casuale.

Il Grande Uomo e la Grande Donna sono sì esseri umani in uno specchio, ma, allo stesso modo, pianeti del cielo, miti del passato, forme astratte di futuro. Sono idee e materia. Ovunque. E sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

todayesterday

ispirazioni fotografiche

Wild eyes

Taking nature's side

About giving and receiving

where love is to be distributed globally through writing

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: