Cipressi

Cipressi

Chimere di sguardi, viscidi e ambrati,
rivolte all’oriente di un desiderio,
o di forma equipotente, successive
all’ideale, plastico, informe, arcaico.

Pause espresse in versi e battute,
spire fumose soffiate nell’ovest del pianto,
o di amaro equivalente, vicine
al vociare, polimorfico, estetico, moderno.

Minuti che sviano lamenti di pensiero,
su schermi al neon dietro facciate di finestre,
e schemi e liste e croci. Cupole dorate.

Secoli attraenti e cancelli nascosti di paradisi,
per uniformi carnevalesche dietro maschere di vendetta,
e nomi e luci e fiori. Cimiteri spirituali.

(1/11/2012)

G.S.

 

C’era il sole sotto i cipressi del primo novembre. Le ombre erano lunghe ma non mi hanno sfiorato. I sassi scricchiolavano sotto i miei passi. Avrei desiderato maggiore silenzio. Per una volta c’era il cielo sotto di me.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

todayesterday

ispirazioni fotografiche

Wild eyes

Taking nature's side

About giving and receiving

where love is to be distributed globally through writing

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: